Perchè la #carta non passerà mai di moda.

TABLET VS CARTA

evoluzione della scrittura

dai geroglifici all’iPad

 

Uno spot che mette a confronto in modo geniale
l’analogico e la sua corrispettiva evoluzione digitale.

Buona visione.

“Unti e Bisunti” from Catania with Seltz.

Puro spettacolo per gli occhi…e per lo stomaco!
CIBO, CIBO, CIBO!!! Cartocciate, Cipolline, pesce, crostacei, carne di cavallo, formaggi….
Ditemi come non si puo’ non amare questa città!!
Cliccando QUI andate direttamente al LINK della puntata
Secondo voi: qual è la pietanza catanese che vince su tutti? Esprimetevi!!!
Buona visione e…  buon appetito!!!

Dalla Russia con furore: Tampax -VS- Splatter.

Sappiamo tutte che, nonostante la buona volontà di ognuna di noi “in quei giorni” le uniche cose che vorremmo fare sono:
– evitare di avere contatti con il genere umano il quale potrebbe essere vittima dei nostri sbalzi d’umore.
– non fare alcun tipo di sport, movimento
– vegetare in poltrona/divano.
In estate naturalmente se non si è forniti di adeguati refrigeratori e ci si trova a 2 passi dal mare/oceano/pozzanghera salata, la questione potrebbe subire delle variazioni.
Mettiamo il caso che invece di morire rotolando nel letto con le nostre disgrazie di donne, ci venga in mente di andare in solitaria a scaricare i nervosismi al mare, preferibilmente dove non c’è anima viva all’infuori di una donna sfigata come noi.
E’ possibile che con un semplice bagno ci si rimetta pure la vita??
Possibile che le credenze tramandate dal popolo di generazione in generazione su cosa non fare durante il ciclo tipo:
-Non lavarsi i capelli
-Non lavarsi in generale
-Non fare il bagno al mare
-Non  toccare le piante, altrimenti appassiscono
-Non fare sport
-Non tingere i capelli
…abbiano finalmente trovato un fondamento scientifico?

Secondo “MOVIE 43” inventori dello spot TAMPAX almeno una di queste cose inserite nell’elenco ha un certo fondamento!!!  Scoprite quale!!!
Lo spot in realtà non è una pubblicità ufficiale per Tampax, è piuttosto di un video promozionale per il loro prossimo film “splatter “.

Creativi si nasce…idioti pure!

Buona visione 🙂

Noam Chomsky – Le 10 regole del controllo sociale

Dopo aver letto, studiato, memorizzato le teorie di Noam Chomsky in tutte le salse possibili e immaginabili… vi propongo un piccolo frammento audio di una delle sue più importanti riflessioni.
Buon ascolto.

Non #guidare che devi bere!!! #Publooshocker

Sconvolgente campagna di sensibilizzazione contro l’alcool.
Astenersi ansiosi e malati di cuore!!! Buona visione!

#Scherzi di merda & #pubblicità geniali. Il caso #Nivea e lo #StressTest

Sei in aeroporto,
aspetti il tuo volo, sei chiuso dentro, non puoi uscire nè diventare invisibile.
Scruti i tuoi vicini di poltrona scazzati come te… ti guardi intorno in cerca di qualcosa di interessante… All’improvviso dai un’occhiata alla copertina del giornale dello sconosciuto seduto di fronte, noti la tua faccia in primo piano…con una didascalia sotto (font 86 pt)

“RICERCATO SPIETATO ASSASSINO”.

Inizi ad agitarti, il cuore ti batte a mille… inizi a sudare freddo.
Parte il TG e il primo servizio è dedicato a te, la descrizione di te, degli abiti, accessori, bagagli e segni particolari scende fin troppo al dettaglio!
I tizi che ti stanno attorno si accorgono di tutto,  ti guardano, ti riconoscono, vorrebbero acciuffarti ma hanno paura.
Qualcuno chiama la polizia che minacciosa e puntuale arriva e ti becca in flagrante mentre stai per lasciare il tuo paese e far perdere le tue tracce per sempre!

Tu continui a non capire, a sudare ed agitarti!
Nessun limite alla creatività! Devi essere un genio per concepire certe idee!
Non vi spoilero il finale …scopritelo da soli guardando il video!!!

A quaranta minuti d’autostrada.

A quaranta minuti d’autostrada, quasi dietro l’angolo, si accorciano le distanze e ci ritroviamo di nuovo insieme in un luogo fisico e virtuale, un luogo sempre ricco di individui estremamente reali.
La mia vita è fatta di persone, sguardi, sensazioni.
Apprezzare le sfumature di ognuno è coglierne il meglio.
L’anima si colora di emozioni vere, momenti quasi indescrivibili e indimenticabili.
Tornare a “scuola” con lo spirito giusto e affrontare la realtà con positività…nel mio sogno non era contemplato.
Svegliarsi e guardare il giorno con nuovo occhi, rallegrarsi, rinascere… perché in ogni caso noi ci siamo, oggi come domani.
Le differenze ci incuriosiscono, ci uniscono e poi ci allontanano, è la vita.

 
A quaranta minuti d’autostrada siamo stati  cantastorie dei nostri giorni, di week end striscianti, di vicende da raccontare e  vivere, di trofei da esporre, di persone incontrate, di persone perse.
Ci siamo sostenuti, vissuti e raccontati, abbiamo lottato per una buona causa…abbiamo riso per sciocchezze.
Giorno dopo giorno abbiamo percorso quell’inevitabile tragitto che ci ha diretti verso il momento in cui ognuno di noi avrebbe abbracciato l’altro…per l’ultima volta, con quella sensazione di felicità mista ad amarezza e con la consapevolezza che nulla tornerà com’è stato.

Ognuno andrà avanti per la sua strada, mi auguro che il futuro sia diverso da come ci siamo rassegnati ad immaginarlo.

 
A quaranta minuti d’autostrada io ci sono sempre, puoi trovarmi dove sono sempre stata, puoi trovarmi solo se ti va.
Incontreremo nuovi volti e sorrideremo ad altri occhi.
Io colleziono i vostri sguardi indimenticabili; sono tutti racchiusi nel mio cuore…ognuno con il suo valore…ognuno con la sua umanità.
Mi auguro che il mio domani sia pieno di voi… e che voi portiate un po’ di me nelle vostre anime.

Vi voglio Bene.

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: